Il marketing giusto all’ora giusta

Com’è noto il mondo digital consumer è suddiviso tra smartphone, tablet e PC desktop. In particolare il segmento mobile in Italia cresce ad un ritmo sei volte superiore rispetto ai PC desktop. E’ evidente l’utilità di rendere multipiattaforma le campagne di marketing online, tramite un sito che sia fruibile sia in mobilità sia da casa o ufficio, per esempio realizzato con tecnologia responsive.

Pianificare poi una campagna di marketing online suddivisa in fasce orarie che tengano conto di come il pubblico si sposta da un tipo di device all’altro nelle 24 ore, permette di migliorare il ritorno di investimento e abbassare il costo della conversione.

Una ricerca di comScore ci fornisce una preziosa informazione sulle abitudini di navigazione nel Regno Unito, che riteniamo non differiscano molto da quelle Italiane:

 

Alcune considerazioni:

  • gli smartphone sono i device più utilizzati nelle prime ore dopo la sveglia. Gli internauti al mattino navigano in treno, autobus, metropolitana, automobile (in questo caso probabilmente non guidano). Teniamo conto di un po’ di sonnolenza e delle piccole dimensioni dello schermo dello smartphone, se vogliamo progettare annunci realmente efficaci. Vince la semplicità e la precisione con cui veicoliamo il messaggio. Questo pubblico ha un potenziale formidabile per chi lo sa sfruttare.
  • in serata i tablet prendono il sopravvento, più comodi da utilizzare a casa sul divano o a tavola. I tablet offrono schermi decisamente più grandi degli smartphone, ma lo spazio resta prezioso: banner ed annunci pubblicitari dovranno essere progettati bene per essere più tollerati e possibilmente sfruttare le interazioni touch. Si cercherà sempre la massima rilevanza della pubblicità rispetto alle ricerche.
  • il pubblico degli internauti è molto eterogeneo ed una parte risente poco della suddivisione in fasce orarie. Inoltre il tuo prodotto/servizio potrebbe avere un target che richiede una pianificazione oraria molto particolare.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *